Andrea Zanzotto
Foto: Giovanna Borgese

Andrea Zanzotto

Scrittore, nato nel 1921 a Pieve di Soligo (Treviso) e morto nel 2011 a Conegliano, si è laureato in Lettere a Padova nel 1942 e, dopo alcuni soggiorni in Francia e Svizzera, è tornato al suo paese natale dove ha lavorato come insegnante e da cui ha mantenuto stretti contatti con i circoli culturali di Venezia, Milano e Roma. Alcune sue opere: “Dietro il paesaggio” (1951), “Vocativo” (1957), “IX Ecloghe” (1962), “Gli sguardi i fatti e Senhal” (1969), “La Beltà” (1968), “Pasque” (1973), “Filò” (1976), “Il Galateo in Bosco” (1978), “Fosfeni” (1983), “Idioma” (1986). Alcuni premi da lui vinti: Premio Viareggio (1979); Premio Librex-Montale (1983); Premio Feltrinelli dell’Accademia dei Lincei (1987); Premio della città di Münster per la poesia europea (1993); Premio Hölderlin (2005). Per l’80° compleanno di Andrea Zanzotto la casa editrice Folio assieme alla casa editrice Urs Engeler Editor (Basilea, Weil am Rhein, Vienna), ha dato il via al progetto editoriale “Planet Beltà” che prevede la pubblicazione dei seguenti volumi a partire dall’autunno 2001: “La Beltà/Pracht” (poesie vol. I), “Gli Sguardi i Fatti e Senhal/Signale, Senhal” (poesie vol. II), “Auf der Hochebene und andere Orte” (racconti vol. III), “Die Welt ist eine andere” (saggi I, vol. IV), “Il Galateo in Bosco/Herr Galateo“ (poesie vol. V), “Fosfeni/Phosphene” (poesie vol. VI), “Idioma/Idiom” (poesie vol. VII), “Im unwegsamen Gelände” (saggi  II, vol. VIII), “Da hinter der Landschaft” (poesie vol. IX).

> Titoli

Die Welt ist eine andere
Auf der Hochebene und andere Orte
Gli Sguardi i Fatti e Senhal / Signale Senhal
La Beltà/Pracht